Don Chisciotte
Ferrante…erra…

di Mariano Corda

Mostra di sculture in ferro di recupero, ispirate al famoso personaggio, animali, forme visionarie.

 

Ogni luogo, spazio, oggetto, ha una storia. Mariano Corda trova chiodi, vecchie pentole, pezzi di finestre, battenti caduti, tutti oggetti avvolti dalle ombre scure della ruggine. Sono le tracce di chi ha abitato quei posti. Di chi lì, nel tempo ha vissuto emozioni e storie, quelle  con  la  s  minuscola,  che  non  si  trovano  sui  libri. E da quei ricordi Mariano Corda ruba un pezzetto di poesia. Negli anni ha costruito un suo percorso come artista e attore, oggi creatore di opere di ferro. Sui frammenti  che  raccoglie,  lui  tesse  pensieri, elabora  i suoi  paesaggi personali. Lamiere arrugginite, rottami, vecchie biciclette, attrezzi da lavoro danno forma a un Don Chisciotte e ai suoi seguaci. Ultima delle sue fatiche, questa mostra fa parte della più ampia i Giganti di Ferro. La mostra sarà inaugurata con performance, musiche e letture.