Domenica 5 Maggio – Musica – Teatro

Omaggio a Peppino Impastato

Facciamo finta che…. chistu è Pippinu

di e con Gerardo Ferrara (voce e percussioni) e Tonino Macis (chitarra e mandoloncello)

Produzione Street Books e Circolo dei lettori Mieleamaro di Cagliari

 

Dalla irriverente, sarcastica e geniale scelta di un brano “normalizzante e rassicurante” (che cantava Ombretta Colli) come sigla di Onda Pazza dalle frequenze antimafiose (o antimafiopoli) di Radio Aut, inizia un percorso intorno ai temi e alla figura di Peppino Impastato, a 40 anni dal suo massacro, che prende spunto dal libro “Peppino Impastato, un giullare contro la mafia” (edizioni Becco giallo), di cui vengono proiettate alcune tavole a fumetti e che si evolve con un percorso musicale declinato da Gerardo Ferrara (voce e percussioni) e dal maestro Tonino Macis (chitarra e mandoloncello) in cui si incrociano sonorità e canti “innestati” in una sorta di “ragionamento” sulle condizioni avverse e antidemocratiche che stiamo vivendo, oggi, nel nostro paese.

Brani d’autore, dalle canzoni del Collettivo Musicale Peppino Impastato alle letture di testi di Pippo Fava e Giancarlo Siani, Pino Daniele, Ivano Fossati, Fabrizio DE Andrè, Enzo Jannacci, Massimo Troisi, Giorgio Gaber …

Il lavoro è impreziosito da una testimonianza video su Casa Memoria Peppino e Felicia Impastato di Cinisi, realizzata da Salvatore Bandinu dell’Ass. Antimafia Peppino Impastato di Cagliari.